Bagnacavallo. Città dei bambini. Letture, animazioni e laboratori in piazza della Libertà

Mercoledì 15 Maggio 2019 - Bagnacavallo, Bagnara di Romagna
Immagine di repertorio

Città dei bambini d

Giovedì 16 maggio sarà la giornata centrale dell’edizione 2019 della Città dei bambini di Bagnacavallo, che ha per titolo Giocare è una cosa seria.
Dalle 8.30 alle 12.30 bambine e bambini di Nido, Scuola dell’Infanzia e Scuola Primaria si ritroveranno per fare festa in piazza della Libertà e partecipare a letture, animazioni e laboratori a cura delle associazioni Doremi, Cercare la Luna, Comunicando, Immaginante, Imprò, Scompussolo e Fulgur e della biblioteca Taroni.



In serata ci sarà dalle 19, sempre in piazza della Libertà, il pic-nic urbano, cui seguiranno laboratori e animazioni. Il laboratorio-museo itinerante Giocare con l’arte: atelier Matisse sarà alla Chiesa del Suffragio a cura di Immaginante, mentre il Ludobus Scombussolo metterà a disposizione in piazza i suoi giochi in legno di diverse tipologie per tutte le età. Stefano Tedioli curerà le proiezioni Antiqua Gens con i giocattoli di Roberto Papetti sulla torre civica e sotto i portici del Comune ci sarà il laboratorio Incursioni di sartoria creativa-emotiva per grandi e piccini.


La Città dei bambini proseguirà venerdì 17 maggio al Podere Pantalone, alle 17, con Parole in gioco… libri, melodie, profumi e colori per dondolare l’immaginazione, e alle 18 partirà la visita guidata con gioco scaramantico itinerante nel bosco. Al chiostro delle Cappuccine, alle 21, chiuderà la giornata lo spettacolo teatrale dei ragazzi delle scuole medie di Bagnacavallo Legalità.


Il progetto Giocare è una cosa seria - Città dei bambini 2019 è del Comune di Bagnacavallo ed è coordinato dalle associazioni Cercare la Luna e Doremi, con il coinvolgimento di Istituto comprensivo Berti, centro sociale Amici dell’Abbondanza, Pro Loco Bagnacavallo, le associazioni Tutti per la Scuola, Comunicando, Sartoria Creativa Emotiva, Immaginante, Humus Sapiens, Lettori volontari, Bottega Matteotti, Podere Pantaleone, Museo Civico delle Cappuccine, volontari e famiglie.

...Commenta anche tu!