Ambiente. A Massa Lombarda si parla di Amazzonia e dei rischi del nuovo scenario politico brasiliano

Sabato 23 Marzo 2019 - Massa Lombarda

Oggi, sabato 23 marzo alle 20.30 nella sala conferenze “Zaccaria Facchini” di Massa Lombarda, in via Saffi 4, ci sarà un incontro pubblico dedicato all’Amazzonia e in particolare ai rischi per i nativi e per l’ambiente nel nuovo scenario politico brasiliano. Interverrà per l’occasione il padre gesuita Adélson Araujo dos Santos originario di Manaus e docente della Pontificia università gregoriana in Roma. L’incontro è a ingresso libero ed è organizzato dall’associazione Entelechia in collaborazione con il Comune di Massa Lombarda. 

 

La conferenza è maturata grazie ai contatti esistenti tra alcuni membri di Entelechia e alcuni missionari gesuiti brasiliani, uno dei quali di origine indio (etnia Sateré-Mawé) attualmente operativi nel nord del Brasile, presso gli indios Yanomami abitanti del territorio compreso tra i fiumi Orinoco e Rio delle Amazzoni e teatro di recenti scontri avvenuti tra il confine venezuelano e quello brasiliano. La storia degli indios Yanomami "può essere considerata, per certi aspetti, emblematica, per tutti i nativi americani dal XVI Secolo ad oggi; le date mutano, ma le dinamiche e le motivazioni di conquista restano le medesime ai danni di tutte le etnie. L’invasione delle terre Yanomami, su grande scala, ebbe inizio intorno al 1970 con la costruzione di strade e proseguì, intorno agli anni Ottanta per opera dei cercatori d’oro, i quali si macchiarono di violenze, contro i nativi, tali da avere rilevanza internazionale, e questo accadeva nel vicino 1993. Ora il nuovo scenario politico brasiliano prevede ulteriori restrizioni nei confronti dei limitatissimi diritti acquisiti dai nativi, nei decenni scorsi".



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.