Lugo Music Festival: tornano le musiche dall’oriente e il “Gran galà rossiniano”

Venerdì 9 Marzo 2018 - Lugo
Kaveh Mirhosseini, Afra Mirfarsi, Anna Giulia Gallegati, Matteo Penazzi, Antonio Cortesi, Michela Sgubbi

Primo appuntamento sabato 10 marzo con “Silk route/Via della seta”, ingresso a offerta libera

Il Lugo Music Festival torna anche quest’anno con due nuovi concerti, previsti per domani, sabato 10 marzo e sabato 7 aprile. Il festival è alla sua seconda edizione e dà vita a esperienze di musica, arti visive e danza, attraverso appuntamenti che valorizzano i musicisti del territorio e li mettono in sinergia con altri da tutta Italia e da tutto il mondo: saranno studenti e concertisti internazionali a suonare insieme sullo stesso palco. 

 

IL FESTIVAL

 

Il festival è stato presentato in conferenza stampa mercoledì 7 marzo al Salone estense della Rocca di Lugo. Sono intervenuti per l’occasione: Anna Giulia Gallegati, assessora alla Cultura del Comune di Lugo; Matteo Penazzi, direttore artistico del Lugo Music Festival; Michela Sgubbi, presidente dell’associazione Amici della scuola e della musica; Antonio Cortesi, collaboratore del Lugo Music Festival; dall’Iran: Kaveh Mirhosseini, percussionista della Tehran Symphony Orchestra; Afra Mirfarsi, artista, scultrice, pittrice di Tehran.

 

LE DICHIARAZIONI

 

“La nostra Amministrazione non può non appoggiare un progetto che si alimenta di così tanto entusiasmo, passione e coinvolgimento da parte di giovani capaci di fare squadra e donare alla città un prodotto artistico di così alta qualità - ha sottolineato Anna Giulia Gallegati, ringraziando gli organizzatori del festival -. Siamo di fronte a un festival che ha tutti gli elementi di contaminazione utili a creare un fermento culturale e non solo eventi fini a sé stessi”.

 

“Ringrazio anzitutto l’Amministrazione comunale, primo partner di questo progetto, per aver creduto nella nostra proposta - ha dichiarato Matteo Penazzi -. Il nome che abbiamo scelto, Lugo Music Festival, vuole rispecchiare le nostre ambizioni nonché le peculiarità degli eventi che abbiamo costruito. Valorizziamo la nostra città, mettendo in rete i talenti attraverso la musica, le arti visive e la danza. Cerchiamo di fare tutto questo coinvolgendo un gran numero di giovani, a partire dalle scuole, ma anche con gli artisti chiamati sul palco da tutto il mondo. Non solo concerti ma anche laboratori. Gli artisti iraniani in residenza a Lugo entreranno nelle classi terze dell’istituto Gherardi e attraverso lezioni teoriche e momenti interattivi, faranno conoscere gli strumenti tradizionali, la musica e l’arte persiana".

 

Afra e Kaveh hanno ringraziato l’Amministrazione comunale per l’ospitalità e gli organizzatori del Lugo Music Festival, sottolineando la grande accoglienza che hanno trovato nell’arrivare a Lugo. Michela Sgubbi ha in seguito ricordato l’importanza del coinvolgimento delle scuole, e quindi dei giovani, in iniziative culturali che si aprono verso la cittadinanza, scopo principale per cui è nata l’associazione Amici della scuola e della musica.

 

IL PROGRAMMA

 

Venendo al programma del festival, sabato 10 marzo alle 20.30 l’aula magna della scuola “Silvestro Gherardi”, in via Taroni 4, ospita il concerto dal titolo “Silk route/Via della seta”, dedicato alle musiche tradizionali dall’Oriente. Per l’occasione si esibirà l’orchestra della scuola Gherardi e musicisti provenienti da Siria, Palestina, Iran, Olanda. I presenti potranno infatti ascoltare la voce del siriano Ahmad Alhelani, il palestinese Ahmed Tanbouz alla voce e alle percussioni, l’iraniano Kaveh Mirhosseini alle percussioni, Emanuela Bassi al pianoforte, Domenico Banzola al flauto, Lucia Slot al violino, Mario Brucato al clarinetto e Susanna Cocchi al flauto. A precedere il concerto sarà la mostra dell’artista iraniana Afra Mirfarsi intitolata “Geometria dell’arte islamica”

 

Sabato 7 aprile spazio invece al “Gran galà rossiniano”, in programma alle 20.30 al teatro Sacro Cuore, in via Emaldi 82. La serata è dedicata alle musiche di Rossini e Malerbi. Si esibiranno il mezzosoprano Daniela Pini, il baritono Maurizio Leoni, Simone Guerra in live set e Luigi Moscatello al pianoforte. Saranno inoltre presenti il Centro studi danza, l’Ensemble d’archi dell’Accademia internazionale di Imola, il Coro dei bambini delle scuole di Bagnara di Romagna e l’Orchestra d’archi “Scuola e musica”

 

Radio Sonora, la web radio della Bassa Romagna, è partner del festival e trasmetterà in diretta entrambi i concerti.

 

INFO

 

L’ingresso è a offerta libera e al termine di ogni concerto è previsto un brindisi offerto dal partner Lug d’la Rumàgna. Per informazioni scrivere alla mail lugomusicfest@gmail.com. L’iniziativa è promossa dall’associazione “Amici della scuola e della musica” con la direzione artistica di Matteo Penazzi e gode del patrocinio del Comune di Lugo.



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.