Bagnacavallo, alle Cappuccine una serata su Czaschka: inaugura la sala dedicata all'artista viennese

Venerdì 9 Marzo 2018 - Bagnacavallo
Czaschka nel 2016

L’appuntamento è in programma domani, sabato 10 marzo alle 18

A distanza di un mese dalla scomparsa dell’artista, il Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo celebra la figura e l’opera di Jürgen Czaschka con una serata speciale in suo onore e l’inaugurazione di una sala espositiva del museo dedicata ai suoi lavori, che presenta al pubblico una preziosa selezione di una ventina di opere incisorie. L’appuntamento è in programma presso il museo domani, sabato 10 marzo alle 18. 

 

INTERVENTI

 

Interverranno il sindaco Eleonora Proni, a rimarcare la riconoscenza del Comune nei confronti del grande artista viennese e i rappresentanti delle istituzioni a lui più legate: Diego Galizzi, direttore del Museo Civico delle Cappuccine, Liliana Santandrea, direttrice della Scuola Comunale d'Arte “B. Ramenghi” di Bagnacavallo e Alberto Zannoni dell’Opificio della Rosa. A seguire ci sarà un momento musicale con il violoncellista Antonio Cortesi, che eseguirà alcuni pezzi in onore dell’artista. La serata è organizzata con la partecipazione della Scuola Comunale d’Arte “B. Ramenghi” e dell’Opificio della Rosa e, per la parte musicale, con la collaborazione di Emilia Romagna Concerti.

JÜRGEN CZASCHKA

 

Jürgen Czaschka è stato un incisore di valore internazionale, forse il più talentuoso e ispirato bulinista degli ultimi decenni. Nato a Vienna nel 1943, Czaschka si forma artisticamente nella Berlino degli anni settanta, in piena guerra fredda, respirando le tensioni sociali e politiche che caratterizzano le sue opere di quegli anni, capaci di raccontare quell’epoca con realismo e acuto sarcasmo. Dopo alcune esperienze nel campo della grafica pubblicitaria e della scenografia teatrale, inizia un percorso di approfondimento delle tecniche calcografiche che lo porterà ad eleggere la tecnica del bulino come forma d’arte privilegiata. Grazie a una forte consapevolezza della sua proposta artistica, caratterizzata da grande passione e libertà di espressione, e a un’intensa attività di sperimentazione delle potenzialità del bulino, Czaschka diviene presto uno dei più straordinari e apprezzati maestri internazionali in questa particolare tecnica. Oltre alle tavole politiche e sociali degli anni Settanta, Czaschka ha prodotto capolavori dedicati ad alcuni scrittori di lingua tedesca e ai temi classici, come l’Odissea; memorabili i cicli radicalmente innovativi ispirati al Don Giovanni di Mozart e alla figura di Francesco d’Assisi. Nel 2007, dopo aver deciso di interrompere la sua attività incisoria per dedicarsi alla scultura e allo studio delle scienze umanistiche, Czaschka ha donato tutta la sua produzione incisoria (stampe e matrici) al Gabinetto delle Stampe di Bagnacavallo.

 

PER INFORMAZIONI:

Museo Civico delle Cappuccine via Vittorio Veneto 1/a - Bagnacavallo

0545 280911

gabinettostampe@comune.bagnacavallo.ra.it

www.museocivicobagnacavallo.it

 



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.