Bagnacavallo, all'Ecomuseo di Villanova l'appuntamento de 'Lòm a mèrz'

Giovedì 1 Marzo 2018 - Bagnacavallo

Venerdì 2 marzo dalle 20

Secondo la tradizione, gli ultimi tre giorni di febbraio e i primi tre di marzo, sul far della sera, i contadini accendevano i Lòm a mêrz, grandi fuochi nei campi per scongiurare la malasorte. Il significato era quello di ricacciare il freddo e il rigore dell’inverno, bruciando i rami secchi delle potature e invitando così la buona stagione con l’auspicio di rigogliosi raccolti. L’atteso appuntamento, dedicato appunto ai Lòm a mêrz, di venerdì 2 marzo a Villanova di Bagnacavallo e Santerno si terrà nonostante il maltempo.

Per ragioni di sicurezza non avverrà sull’argine del Lamone, ma si svolgerà alle 20 all’Etnoparco Villanova delle Capanne, in via Ungaretti 1 a Villanova di Bagnacavallo. Non mancherà il tradizionale falò e nemmeno la grande grigliata partecipata con la miglior salsiccia locale, unitamente a dolci e vin brulé. L’evento potrà tenersi con qualsiasi condizioni climatica: l’etnoparco, illuminato a festa, è attrezzato con un ampio loggiato coperto e il capanno maggiore ospiterà un ricchissimo buffet di stuzzichini salati e di dolci tipici locali. Alle 20 è prevista l’accensione del fuoco che darà inizio al conviviale incontro rivolto a tutti, con un’accoglienza rustica e cordiale offerta dall’Associazione Culturale Civiltà delle Erbe Palustri e dal Comitato Promotore Santerno.

L’iniziativa rientra nel progetto Lamone Bene Comune, per far rivivere i rituali della terra, alla riscoperta della tradizione e della socialità.

Per informazioni: Ecomuseo delle Erbe Palustri tel. 0545 47122; erbepalustri@comune.bagnacavallo.ra.it.

 



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.