Unione, nuova allerta meteo in Bassa Romagna: attenzione al ghiaccio sulle strade

Martedì 27 Febbraio 2018 - Bassa Romagna
Immagine di repertorio

Il provvedimento è valido fino a mercoledì 28 febbraio; giovedì 1 marzo possibili precipitazioni a carattere nevoso anche in pianura

L’Agenzia regionale di protezione civile e da Arpae Emilia-Romagna hanno emanato una nuova allerta meteo valida per tutta la giornata di mercoledì 28 febbraio.


Per il territorio della Bassa Romagna si raccomanda di prestare particolare attenzione alla guida, per la possibile presenza di ghiaccio sulle strade, a causa delle basse temperature concomitanti alle piogge dei giorni scorsi e alle nevicate.

Per mercoledì 28 febbraio, ancora insisterà la massa fredda artica, che determinerà temperature medie in pianura tra 0 e -4 gradi. Gelate diffuse, soprattutto in presenza di neve al suolo. Per giovedì 1 marzo la tendenza è di precipitazioni a carattere nevoso anche in pianura, dovute all'arrivo di una nuova perturbazione.

L’allerta completa è la numero 29 dall’inizio dell’anno e si può consultare sul portale Allerta meteo Emilia-Romagna (allertameteo.regione.emilia-romagna.it) e anche attraverso Twitter (@AllertaMeteoRER); sul portale sono presenti anche molti altri materiali di approfondimento, tra i quali le indicazioni su cosa fare prima, durante e dopo le allerte meteo, nella sezione “Informati e preparati” (http://bit.ly/allerte-meteo-cosa-fare).

Si ricorda che è attivo il numero verde della Polizia municipale e Protezione civile della Bassa Romagna (da utilizzarsi solo in caso di emergenza) 800 072525.

Commenti

Perché non vedi il tuo commento? Leggi le policy.
  • Speriamo che anche i sindaci dei comuni della Bassa Romagna decidano di chiudere le scuole i prossimi giorni con l'arrivo della neve copiosa. Girare per le strade per portare i figli a scuola col ghiaccio è rischioso e crea molti disagi. Bravo il sindaco di Ravenna!!

    27/02/2018 - Leonardo

  • Scuole chiuse per 10 cm di neve prevista sono solo disagi per le famiglie che lavorano. È anche ora di finirla con questo panico diffuso. È inverno. Capita che nevichi. Con un po' di prudenza e buonsenso la vita continua. Checché ne pensino i catastrofisti.

    28/02/2018 - Thomas



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.