L'Unione dei Comuni della Bassa Romagna lancia la campagna per la sterilizzazione dei gatti

Venerdì 15 Dicembre 2017 - Bassa Romagna
La campagna "Sterilizzare: una scelta responsabile" lanciata dall'Unione

Saranno diffusi volantini e materiale informativo per prevenire randagismo e abbandoni

L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna lancia, insieme alla delegazione Enpa di Lugo, Te.am e Ceas Bassa Romagna, la campagna “Sterilizzare: una scelta responsabile” a favore della sterilizzazione dei gatti.


La campagna serve a informare e sensibilizzare i cittadini sulla necessità di sterilizzare i gatti di proprietà per prevenire randagismo, abbandoni, uccisioni, maltrattamenti e incidenti stradali. Ad oggi la sterilizzazione è infatti l'unica soluzione alla moltiplicazione incontrollata dei gatti.

La campagna prevede l’affissione e la diffusione di manifesti e locandine, oltre alla distribuzione di materiali informativi nei principali negozi di animali, ambulatori veterinari e farmacie del territorio, ovvero i luoghi più frequentati da chi possiede un animale.

Nei Comuni dell’Unione, grazie alla collaborazione di Enpa, sono state censite le colonie feline che vivono stabilmente ed in libertà sul territorio; le colonie sono costantemente monitorate dai volontari e le gatte vengono sterilizzate dai medici veterinari dell’Ausl. I gatti di colonia saranno inoltre progressivamente identificati con il microchip.

La sterilizzazione serve a evitare la gestione di grandi cucciolate, soprattutto se non si è in grado di ospitarle e di affidarle. Spesso infatti le gravidanze non desiderate causano l’abbandono e quindi la sofferenza degli animali.

"Con questa campagna desideriamo porre l’attenzione sulle conseguenze del mancato controllo delle nascite anche per gli animali di proprietà - afferma il sindaco Paola Pula, referente per l’Ambiente dell’Unione -. Da una coppia di gatti in pochissimi anni, considerando solo le cucciole femmine, possono nascere fino a 588 gattini, per i quali occorre trovare una sistemazione adeguata".



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.