A Lugo nuove vetrine sotto al Pavaglione per ricordare Cecè

Giovedì 7 Dicembre 2017

Il progetto, curato da Valentina Gasperini, ha coinvolto i negozi sotto al quadriportico con allestimenti speciali in omaggio ad Antonio Folicaldi, scomparso nel 2003

Novità in arrivo sotto al Pavaglione di Lugo. I negozi posizionati sotto al quadriportico sono infatti stati coinvolti nel progetto di Valentina Gasperini, vetrinista e visual merchandiser, che nei giorni scorsi ha allestito le loro vetrine per rendere omaggio ad Antonio Folicaldi, conosciuto da tutti i lughesi come Cecè, celebre vetrinista scomparso nel 2003.


“Avevo in mente questo progetto da tempo – spiega Valentina Gasperini -, finalmente quest’anno, in occasione dei 14 anni dalla sua scomparsa, l’ho concretizzato. La mia volontà era richiamare l’arte vetrinistica a Lugo per dare risalto ai negozi di questa città. Penso che il Pavaglione sia una fierezza architettonica di Lugo e, in questa meravigliosa cornice, mi piaceva l’idea di coinvolgere le attività commerciali per metterle ancora più in evidenza. La mia intenzione è realizzare vetrine artistiche, d’impatto e in grado di emozionare i passanti. Così, ho sviluppato diverse proposte per le vetrine, in base all'identità del punto vendita, alla categoria merceologica e agli spazi usufruibili, nonché al messaggio che si vuole trasmettere. Ci tengo a ringraziare tutti i negozianti che si sono resi disponibili per questo progetto, ovvero Profumeria Brunella, Fontamara, L'orologiaio, Profumeria Grazia, La Calza, Lug D'La Rumagna, Ghibli Pelletterie, La nuova panetteria del centro, La Perla Gioielli e Agenzia Viaggi Brasini”.

Il luogo scelto per questo progetto non è casuale. Cecè, infatti, durante la sua attività aveva curato le vetrine dei negozi del Pavaglione. “Cecè riusciva a dar vita alle vetrine fino a renderle quasi animate – continua Valentina -. Lo ritengo uno dei più grandi vetrinisti di sempre e a lui mi sono sempre ispirata. Credo che le sue innovazioni abbiano segnato una svolta in questa arte. Con questo progetto ho voluto portare il Pavaglione al vecchio splendore, pensando a lui”.

Valentina Gasperini è nata a Bagnacavallo ma da anni vive a Lugo. Nove anni fa ha conseguito il diploma al corso per vetrinisti a Treviso ed è iscritta all’Albo nazionale dei vetrinisti d’Italia. Ha lavorato diversi anni per Zara, prima come coordinatrice visual merchandising e poi come responsabile. “Ho sempre avuto la passione per la vetrinistica – conclude Valentina -, adoro creare allestimenti che siano belli e nello stesso tempo commercialmente accattivanti e così ho deciso di sviluppare questo mio interesse. Credo che la vetrina di un negozio sia fondamentale perché rappresenta il suo biglietto da visita. La vetrina permette infatti di attirare l’attenzione dei passanti e, perché no, suscitare emozioni”.

Il progetto si è svolto con la collaborazione dell’Assessorato alla Promozione urbana del Comune di Lugo, del Consorzio AnimaLugo e delle associazioni di categoria.

...Commenta anche tu!