"I neofascismi ai tempi di Facebook": il 4 dicembre un incontro pubblico a Bagnacavallo

Lunedì 4 Dicembre 2017 - Bagnacavallo

Appuntamento alle 20.45; verrà presentata l'inchiesta della rivista "Patria Indipendente", che analizza il crescente fenomeno di pagine o profili social che si ispirano ai simboli e valori fascisti e neofascisti

È in programma oggi, lunedì 4 dicembre alle 20.45, presso la sala di Palazzo Vecchio, in piazza della Libertà 5, a Bagnacavallo, l’incontro dal titolo "La galassia nera. I neofascismi ai tempi di Facebook", organizzato dalla locale sezione Anpi e patrocinato dal comune.


L'incontro sarà l'occasione per presentare l'inchiesta della rivista dell'Anpi nazionale Patria Indipendente che analizza il crescente fenomeno di pagine o profili Facebook che ai simboli e ai valori fascisti e neofascisti si richiamano.

Interverranno il direttore di Patria Indipendente, Gianfranco Pagliarulo, l'ideatore dell'inchiesta Giovanni Baldini e, per il Comune, il sindaco Eleonora Proni. Modererà l’incontro Valentina Giunta, presidente dell’Anpi di Bagnacavallo.


"Abbiamo pensato all’iniziativa - dichiara Valentina Giunta, presidente dell’Anpi di Bagnacavallo - perché negli ultimi anni c’è stata troppa sottovalutazione di questi fenomeni da parte di molti, e oggi sono gli stessi a stupirsi del consenso che associazioni, movimenti o altre forme organizzate riescono a catturare nella società, senza nascondere il loro richiamo simbolico o meno al fascismo o a nuove forme di fascismi. Abbiamo bisogno di conoscere e di comprendere per contrastare il fenomeno."

"In questo senso come sezione - continua la presidente - abbiamo ritenuto di straordinaria importanza l’inchiesta della rivista dell’Anpi nazionale Patria Indipendente. Noi non crediamo affatto che quanto accade possa essere letto e interpretato come un problema da attribuire ai social, ma sicuramente questo importante strumento di comunicazione ha favorito forme diverse di aggregazione e ha fatto emergere fenomeni e problematiche che erano comunque già presenti nella società. L’Anpi su questo fronte è fortemente impegnata, perché difendere i valori della Resistenza significa per noi non soltanto ricordo e memoria, ma difesa di un modello di società civile e democratica".

 



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.