30enne ravennate precipita dalla rupe di San Leo nel riminese: si ipotizza un suicidio

Lunedì 4 Dicembre 2017
Elisoccorso - Immagine di repertorio

La vittima, originaria di Faenza e residente a Lugo, è precipitata nel vuoto davanti agli occhi della propria ragazza e di alcuni presenti che hanno dato subito l'allarme intorno alle 14

Ieri, domenica 3 dicembre, un ragazzo di quasi 30anni, originario di Faenza e residente a Lugo, è precipitato dalla rupe della Rocca di San Leo. Il primo allarme è stato dato, intorno alle 14, da alcune persone presenti dopo aver visto un uomo scavalcare la recinsione della rupe e gettarsi nel vuoto nei pressi della Torre Nord. Si tratterebbe di un gesto volontario, secondo quanto ricostruito dai Carabinieri di Novafeltria intervenuti sul posto. Tragedia che si apprende oggi, lunedì 4 dicembre, sull'Ansa E-R.


Sul posto sopraggiunti anche i Vigili del Fuoco e il 118 con l'aeromobile di Romagna Soccorso, che dall'alto ha individuato il corpo del giovane e così coordinato il lavoro del personale del 115 per effettuare il recupero.

 



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.