Tanti ravennati a Roma per partecipare alla manifestazione della Cgil sulle pensioni

Sabato 2 Dicembre 2017

Sono stati tanti i ravennati che oggi hanno raggiunto la capitale, con i pullman allestiti dalla Camera del lavoro Cgil e con mezzi propri, per partecipare alla manifestazione nazionale “Pensioni, i conti non tornano”. “Un lungo corteo ha attraversato le vie di Roma in maniera pacifica e molto partecipata - spiega Maura Masotti, segretaria di organizzazione della Cgil di Ravenna -. Dal territorio ravennate c’è stata una grande partecipazione anche grazie alle numerose assemblee e iniziative di sensibilizzazione che si sono svolte negli ultimi giorni." 

"Oggi è stata una grande giornata di mobilitazione per portare al centro del dibattito questioni fondamentali. L’impegno della Cgil non si esaurisce qui, continueremo la nostra battaglia per bloccare l’innalzamento dei requisiti per andare in pensione e perché occorre garantire un lavoro dignitoso e un futuro previdenziale ai giovani. - aggiunge Masotti - Per la Cgil è, inoltre, fondamentale superare la disparità di genere e riconoscere il lavoro di cura, garantire una maggiore libertà di scelta ai lavoratori su quando andare in pensione, favorire l’accesso alla previdenza integrativa e garantire la rivalutazione delle pensioni. Un ulteriore aspetto riguarda la legge di bilancio: bisogna cambiarla per sostenere lo sviluppo e l’occupazione, estendere gli ammortizzatori sociali, garantire a tutti il diritto alla salute”.

La manifestazione è stata indetta dalla sola Cgil. Cisl e Uil non hanno aderito perchè hanno sostanzialmente accettato le proposte del governo, ritenute invece insufficienti dalla principale organizzazione sindacale.



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.