Processo Cagnoni / La madre dell'imputato: "L'ha fatta grossa, non ci ha visto più"

Venerdì 1 Dicembre 2017
Matteo Cagnoni

Le intercettazioni telefoniche sembrano inchiodare Matteo Cagnoni

“Matteo a modo suo sta bene, però è un po’ così: i bambini gli mancano. L’ha fatta grossa, ma ha vissuto un trauma talmente grosso per la distruzione della sua famiglia che non ci ha visto più”. Il contenuto della telefonata effettuata, il 22 ottobre dalla madre di Cagnoni ad un’amica sembra inchiodare l’imputato.

Questa mattina, l’udienza in corso nell’aula della Corte d’Assise di Ravenna per l’omicidio di Giulia Ballestri si è aperta con l’audizione del dottor Giuseppe Capezzera, il perito incaricato di trascrivere le intercettazioni telefoniche effettuate all’indomani del fermo di Matteo Cagnoni, accusato del barbaro omicidio della moglie. Terminato l’esame del perito, il processo è stato sospeso.



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.