Arrestati due pusher dai Carabinieri di Russi mentre stavano per consegnare la cocaina “a domicilio"

Giovedì 23 Novembre 2017 - Russi

I Carabinieri di Russi, nella notte tra il 22 e 23 novembre, hanno arrestato due cittadini italiani sorpresi mentre stavano per effettuare una consegna “a domicilio” di sostanza stupefacente. 

NEL DETTAGLIO

Tutto è iniziato nella serata di ieri, mercoledì 22 novembre, quando una pattuglia dei Carabinieri ha notato una piccola berlina nella zona centrale di Russi che, alla vista dei militari, ha iniziato a procedere con fare incerto cercando di trovare una via alternativa. Insospettiti, i militari hanno intimato l’alt all’autovettura, dalla quale è stato frettolosamente lanciato un sacchettino che, successivamente recuperato dai militari, si è scoperto contenere oltre 10 grammi di cocaina.

Fermata l’autovettura, nonostante le reticenze dei due uomini - un 59enne con precedenti in materia di sostanze stupefacenti ed un 39 enne, incensurato, entrambi residenti nel faentino (le Forze dell’Ordine non hanno fornito ulteriori dettagli riguardanti le generalità, n.d.r.) - i militari hanno proceduto ad un accurato controllo del veicolo e degli occupatati rinvenendo così altre due dosi della stessa sostanza lanciata dal finestrino e un piccola somma di denaro provento di spaccio.

Accertati i fatti, i due pusher sono stati dichiarati in stato di arresto, la droga e il denaro sottoposti a sequestro. Questa mattina i due sono stati portati davanti al giudice che, dopo aver convalidato l’arresto, a seguito di patteggiamento ha condannato il 59enne a 4 mesi di reclusione mentre il 39 enne ad una multa di 9.000 euro.



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.