Venerdì 17 novembre si celebra la Giornata Mondiale del Neonato Prematuro

Mercoledì 15 Novembre 2017

Giornata Mondiale del Neonato Prematuro: si celebra venerdì 17 novembre ed è l’occasione per richiamare l’attenzione sul tema della prematurità e per sensibilizzare sulle problematiche che i piccoli nati pretermine e i loro genitori devono affrontare durante il difficile percorso di sopravvivenza e di crescita. “La nascita di un figlio prematuro – spiega il dottor Federico Marchetti, direttore dell’Unità Operativa di Pediatria e Neonatologia di AUSL Romagna - coglie spesso impreparati i genitori che si trovano a vivere sentimenti di paura, angoscia, rabbia, tristezza e senso di colpa." 

 

"Grazie ai progressi della scienza neonatale le possibilità di sopravvivenza dei bambini nati prematuri sono aumentate notevolmente in questi anni, ma in tutto il percorso di cura e di assistenza del neonato – tiene a precisare il dottor Marchetti – è fondamentale il coinvolgimento attivo dei genitori. Un aspetto molto importante nell’attività quotidiana di tutto il personale dell’equipè è infatti dedicato a realizzare un legame adeguato dei genitori con il proprio figlio e garantire una interazione precoce. Il coinvolgimento dei genitori nella cura quotidiana del neonato ha un compito determinante nell’accompagnarne la crescita, facendo in modo che riceva gli stimoli necessari a favorire un normale sviluppo psico-comportamentale”.

 

Nell’anno 2016 sono stati 161 i neonati seguiti in Neonatologia. Di questi, quelli pretermine (prima 36 settimane) sono stati 90, con età gestazionale tra la ventottesima e la trentaquattresima settimana.



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.