Unione: in Bassa Romagna 'Liberi di guidare sempre', campagna per la sicurezza rivolta agli over 65

Lunedì 13 Novembre 2017 - Alfonsine, Bagnacavallo, Massa Lombarda
Da sx Giovanni Greco, Marisa Bianchin, Mauro Venturi e Paola Neri

In programma quattro incontri a Bagnacavallo, Massa Lombarda, Alfonsine e Lugo

Arriva anche in Bassa Romagna la campagna regionale 'Liberi di guidare sempre'. Si tratta di un progetto in fase sperimentale dedicato alla formazione, prove di guida in sicurezza, informazioni sulle regole della strada (anche in vista dei rinnovi della patente) e consigli legati allo stile di vita, all’uso di farmaci e di alcol.


L’iniziativa è stata presentata lunedì 13 novembre nel Salone Estense della Rocca di Lugo. Per l’occasione erano presenti il sindaco di Alfonsine con delega alla Polizia municipale per l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna Mauro Venturi, la comandante della Polizia municipale della Bassa Romagna Paola Neri, la direttrice del distretto sanitario di Lugo - Ausl della Romagna Marisa Bianchin e il responsabile Sert del distretto di Ravenna Giovanni Greco.

“Come Unione abbiamo deciso di partecipare a questa campagna regionale per aumentare la sicurezza dei cittadini - ha dichiarato Mauro Venturi -. Per noi si tratta di un impegno importante. La Bassa Romagna è l’unico territorio insieme all’Area Metropolitana di Bologna che al momento ha organizzato iniziative in questo ambito”.

“Questo progetto è partito un anno e mezzo fa e l’Unione della Bassa Romagna ha risposto in maniera positiva - ha spiegato Paola Neri -. Lo scopo di questi incontri è fornire agli over 65 un momento di aggiornamento sul codice della strada e sulla viabilità. Molte norme, infatti, sono cambiate negli ultimi anni”.

Gli incontri in programma “sono stati organizzati per aumentare la sicurezza sulla strada e l’autonomia delle persone”, ha sottolineato Marisa Bianchin.

“Questo progetto servirà a stimolare la consapevolezza e la relazione tra guida e salute - ha affermato Giovanni Greco -. Molti over 65, infatti, prendono in modo regolare dei farmaci e non sanno che alcuni di questi incidono sulla capacità di attenzione. Il nostro scopo è sollecitare nei cittadini uno stile di vita con una maggiore cura di sé”.

Nell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna sono in programma quattro incontri tra novembre e dicembre. Il primo è venerdì 17 novembre a Bagnacavallo al centro sociale Amici dell'Abbondanza, in via Mazzini 49 (per informazioni e prenotazioni contattare il Centro al numero 0545 60889 o alla mail: amiciabbondanza@libero.it). Venerdì 24 novembre l’appuntamento è a Massa Lombarda al Circolo Bocciofilo, in via Dini e Salvalai 34 (per informazioni e prenotazioni contattare l’Urp-Informacittadino al numero 0545 985890 o alla mail: comunicazioneascolto@comune.massalombarda.ra.it). Ad Alfonsine l’incontro è in programma mercoledì 6 dicembre alla CasaInComune di piazza Monti 1 (per informazioni e prenotazioni contattare il numero 335 6792226 o scrivere alla mail presidioalfonsine@unione.labassaromagna.it). Infine, mercoledì 13 dicembre l’iniziativa è al centro sociale culturale ricreativo “Il Tondo”, in via Lumagni, 30/32 (per informazioni e prenotazioni contattare il Centro al numero 0545 25661 o alla mail: info@centrosocialeiltondolugo.it).

Tutti gli incontri si terranno dalle 9 alle 12 e sono stati pensati per gli ultra 65enni sulle regole della strada e sulla guida sicura. Gli appuntamenti prevedono una parte teorica che tratterà di sicurezza, a cura della Polizia municipale, ma anche di salute, a cura dei formatori del progetto guida sicura senza alcol del Servizio sanitario regionale, e una parte di prove su strada, a cura delle autoscuole di Unasca e Confarca. Il progetto, promosso dall’Osservatorio per l’educazione e la sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna, prevede una serie di incontri formativi e di sensibilizzazione attualmente in via sperimentale; l’obiettivo è contribuire ad aumentare la sicurezza stradale degli over 65, a ridurre di conseguenza i fattori di rischio, prevenire gli incidenti che coinvolgono queste categorie di popolazione e promuovere la mobilità sostenibile. La Bassa Romagna è in prima fila a livello regionale: in questa fase infatti l’unico altro territorio interessato è quello dell’area metropolitana di Bologna, mentre solo successivamente sarà diffuso anche nel resto della regione.

In Emilia-Romagna sono 680mila gli anziani over 65 con patente B, una platea ampia di persone spesso ancora in buona salute e impegnate in famiglia o nel sociale. Liberi di guidare, attraverso gli eventi formativi pensati per migliorare la sicurezza e la sicurezza percepita, si pone anche l’obiettivo di costituire un momento propedeutico al rinnovo della patente per gli over 65. “La campagna intende mettere al centro il gruppo di età maggiormente coinvolto in incidenti, sia in qualità di autisti che come utenti deboli della strada, pedoni o ciclisti - ha precisato Mauro Sorbi, presidente dell’Osservatorio per l’educazione e la sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna -. Inoltre tante persone over 65, dopo avere preso la patente in giovane età, non trovano opportuni aggiornamenti sull’evoluzione delle regole del codice della strada, di alcune caratteristiche della mobilità, privata e pubblica, e, fatta eccezione per i controlli medici obbligatori, non hanno possibilità di confronti, se non individuali, per adattare il proprio stile di mobilità con i cambiamenti di vita e le condizioni di salute. Questa campagna si ripropone quindi di colmare questi vuoti”.

...Commenta anche tu!