Lugo, maltratta moglie e figli: la Polizia arresta un 43enne

Lunedì 6 Novembre 2017 - Lugo

La Polizia di Stato ha proceduto, lo scorso sabato pomeriggio, 4 novembre, all’esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di M.C., 43enne cittadino rumeno residente nel circondario lughese, perché riconosciuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia, ai danni della coniuge e dei figli. 

 

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Ravenna, che hanno consentito l’arresto di M.C. (le Forze dell’Ordine non hanno fornito ulteriori dettagli riguardanti le generalità dell’uomo, n.d.r.) sono state condotte dagli investigatori della Squadra Mobile della Questura e del Commissariato di Lugo, in seguito ad una denuncia presentata dalla donna negli uffici del Commissariato.

 

I necessari approfondimenti investigativi, effettuati dagli investigatori lughesi e da quelli della sezione specializzata della Squadra Mobile ravennate, hanno consentito di accertare e riscontrare che l’uomo, dall’anno 2012 ad oggi, operava ripetute e continue vessazioni verbali e fisiche nei confronti della moglie, anche alla presenza dei tre figli minori e, in più occasioni, malmenandola ed inducendola ad abbandonare l’abitazione coniugale.

 

Le fonti di prova acquisite dagli investigatori, in ordine allo stato di continuo disagio della donna, incompatibile con le normali condizioni di vita e originato da ripetute azioni di umiliazione, prevaricazione e sofferenza, hanno permesso al Pubblico Ministero, dr.ssa Cristina D’aniello, di richiedere all’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari (d.ssa Antonella Guidomei) l’emissione del provvedimento restrittivo nei confronti dell’uomo che, al termine delle formalità di legge, è stato condotto alla Cassa Circondariale di via Port’Aurea, dove resterà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.