Bagnacavallo: concluso il progetto "Leo Longanesi, impronte digitali"

Venerdì 3 Novembre 2017 - Bagnacavallo
Un'immagine della conversazione a teatro dedicata a Longanesi

Con il corso di formazione dell'Ordine dei giornalisti dell'Emilia-Romagna tenutosi il 26 ottobre al convento di San Francesco si è concluso il programma di iniziative Leo Longanesi, impronte digitali, pensato dal Comune di Bagnacavallo per ricordare l'intellettuale bagnacavallese a sessant'anni dalla scomparsa.

 

Le iniziative, realizzate in collaborazione con l'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea in Ravenna e Provincia, avevano preso il via giovedì 28 settembre con lo spettacolo inaugurale della Festa di San Michele Il ritorno del borghese, con l'attore Giampiero Pizzol nei panni di Leo Longanesi. Il percorso era poi proseguito con la mostra Leo Longanesi: professione comunicatore presso la Biblioteca comunale Taroni e l'annesso annullo filatelico dedicato. Infine, la conversazione ospitata al Teatro Goldoni sabato 21 ottobre ha visto protagonisti Walter Veltroni, lo storico Ivano Granata dell'Università di Milano e la semiologa Giovanna Cosenza dell'Università di Bologna.

 

«Le amministrazioni bagnacavallesi non hanno mai mancato di ricordare il nostro illustre concittadino, come pochi altri figura fondamentale del panorama culturale italiano – sottolinea il sindaco Eleonora Proni – e in questa occasione abbiamo scelto di farlo con un percorso lungo un mese, che ci aiutasse a decifrarne il contributo dato in particolare al mondo del giornalismo e della comunicazione in generale. Un contributo complesso, sfaccettato, innovativo e controverso come soltanto Leo Longanesi sapeva essere".

 

"Ringraziamo l'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea in Ravenna e Provincia - conclude - per il supporto che ci ha fornito nella realizzazione di tutto il programma, e l'Ordine dei giornalisti dell'Emilia-Romagna per averci sostenuti nella realizzazione di un seminario di formazione davvero molto seguito, e che abbiamo voluto dedicare a Gianfranco Camerini, giornalista lughese da poco scomparso. Un ringraziamento va poi alle tantissime persone, bagnacavallesi e non solo, che hanno risposto con entusiasmo alle nostre proposte partecipando ai vari eventi».

 

Main sponsor dell'iniziativa è stata la Cassa di Risparmio di Ravenna.



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.