Il Consorzio Vini di Romagna vola in Germania per una nuova trasferta

Venerdì 20 Ottobre 2017
Un precedente evento del Consorzio Vini di Romagna

Sarà il 23 ottobre a Monaco di Baviera per l'evento “Le Quattro stagioni del Vino e del Cibo dell’Emilia Romagna”

Da poco rientrati dal tour negli USA (dall’1 al 7 ottobre) il Consorzio Vini di Romagna è pronto a ripartire per un’altra trasferta internazionale, questa volta in Germania, un mercato consolidato, stabile e con grande conoscenza dei vini italiani. E così, dopo essere stati a New York e Los Angeles, il 23 ottobre tappa a Monaco di Baviera per l’evento “Le Quattro stagioni del Vino e del Cibo dell’Emilia Romagna”.

Assieme al Consorzio Vini di Romagna in Germania saranno presenti 12 aziende associate del territorio: Cantina Sociale di Cesena (FC), Giovanna Madonia e Celli di Bertinoro (FC), Castelluccio e Balia di Zola di Modigliana (FC), Fiorentini Vini di Castrocaro (FC), Enoica-Braschi di Mercato Saraceno (FC), Drei Donà di Vecchiazzano – sottozona Predappio (FC), Piccolo Brunelli di Galeata – sottozona Predappio (FC), Country Resort – Tenuta De’ Stefenelli di Meldola (FC), Palazzona di Maggio di Ozzano – areale Colli d’Imola (BO), Poderi Morini di Oriolo di Faenza (RA).

L’evento si terrà a The Box Kitchen, locale alla moda di Monaco, e sarà strutturato in due momenti differenti, per facilitare l’incontro fra le aziende presenti e gli invitati. Il pomeriggio sarà dedicato ai professionisti del settore (distributori, ristoratori, retailer, sommelier, blogger e giornalisti) e si aprirà con un seminario tenuto da Helmut Knall illustrativo della Romagna e delle denominazioni romagnole, mentre la serata sarà aperta anche ai wine lovers.

L’attenzione del pubblico verrà mantenuta viva attraverso preparazioni di uno chef italiano, Luca Marotta del Ristorante I Martinelli, che ogni 45 minuti farà uscire un piatto ispirato a una stagione, suggerito in abbinamento a un vino di ciascun presente. Piatti che vedranno l’utilizzo d’ingredienti tipici italiani ed emiliano romagnoli, fra i quali anche l’Olio di Brisighella DOP e lo Squacquerone di Romagna DOP, compagni di strada del Consorzio Vini di Romagna nella ATI ROMAGNA, costituita insieme proprio per affrontare le missioni europee finanziate dal bando Misura 3.02.01 del PSR della Regione Emilia Romagna.

«I vini romagnoli sono da sempre apprezzati dal mercato tedesco ma per dare una riconoscibilità ancora maggiore al nostro territorio pensiamo che sia fondamentale tenere assieme tutte le eccellenze che ci caratterizzano e quindi anche il food – sottolinea Giordano Zinzani, Presidente del Consorzio Vini di Romagna - Con questi investimenti ed eventi, la Romagna farà emergere sempre più le proprie proposte e “personalità” distintive, perché rimanga impressa nella memoria e di chi ci scopre e nel cuore di chi già ci conosce e ci apprezza».



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.