I dati della stagione turistica: Ravenna e Cervia crescono bene e trascinano tutta la provincia

Lunedì 2 Ottobre 2017 - Bassa Romagna, Lugo

Ravenna provincia ha fatto registrare 1.280.000 arrivi nei primi 8 mesi dell’anno (+9,4%) e 5.755.000 pernottamenti (+4,8%) - Lugo ha fatto registrare un più 11,7%

L'Assessore regionale Andrea Corsini aveva parlato nei giorni scorsi di anno record per il turismo regionale, con un bilancio che a fine 2017 potrebbe arrivare addirittura a toccare quota 50 milioni di presenze. Insomma, gli anni della crisi sono alle spalle. Intanto la Regione Emilia-Romagna ha reso pubblici i dati sui primi 8 mesi del 2017, l'andamento turistico dal 1° gennaio al 31 agosto. E a Ravenna l'Assessore al turismo Giacomo Costantini li ha presentati e commentati questa mattina nel corso dell'Open Turismo tenuto all'Hotel NH.

I DATI REGIONALI, PROVINCIALI E COMUNALI

Sul sito della Regione ER si trova una massa sterminata di dati, noi vi proponiamo quelli più significativi.

Destinazione Romagna - Comprende tutte le province Romagnole e Ferrara. Dal 1° gennaio al 31 agosto 2017 sono arrivati in Romagna 5.672.000 turisti, il 6,8% in più rispetto allo stesso periodo del 2016. Le presenze sono ammontate a 26.841.000 con un più 6,5%.

Destinazione Bologna e Modena - Dal 1° gennaio al 31 agosto sono arrivati nelle due città 1.836.000 turisti, il 9,2% in più rispetto allo stesso periodo del 2016. Le presenze sono ammontate a 3.881.000 con un più 11,8%.

Destinazione Emilia - Comprende le province di Parma, Reggio e Piacenza. Dal 1° gennaio al 31 agosto sono arrivati 826.000 turisti, l'1,9% in più rispetto allo stesso periodo del 2016. Le presenze sono ammontate a 1.926.000 con un più 2,2%.

Tutta la regione Emilia-Romagna - In tutta la Regione, da Piacenza a Rimini, complessivamente negli 8 mesi del 2017 sono arrivati 8.334.000 turisti (+6,8% rispetto al 2016), mentre le presenze sono ammontate a 32.649.000 (+6,8% sul 2016).

Dunque, se si considera che queste statistiche monitorano gli arrivi e le presenze per difetto (perchè alcune strutture ricettive sfuggono al monitoraggio) si può affermare che l'obiettivo dei 50 milioni di presenze a fine 2017 non è affatto lontano. Le città d'arte di Bologna e Modena del distretto centrale crescono più delle altre destinazioni. La Destinazione Romagna è in linea con la crescita regionale, mentre faticano le tre province più lontane dalla costa: Reggio, Parma e Piacenza.

 

 

RAVENNA E PROVINCIA

Ravenna provincia ha fatto registrare 1.280.000 arrivi nei primi 8 mesi dell’anno (+9,4%) e 5.755.000 pernottamenti (+4,8%). Se facciamo un confronto con i cugini di Rimini notiamo che la provincia riminese ha fatto registrare 2.985.000 arrivi (+6,8%) e 13.7501.000 presenze (+3,7%). Dunque Rimini sopravanza sempre di molto Ravenna come destinazione turistica, ma quest'anno Ravenna è cresciuta di più.

Fra i vari comuni del Ravennate abbiamo al primo posto Cervia con 669.000 arrivi nei primi 8 mesi (+10,1%) e con 3.134.000 presenze (+4,3%) seguita da Ravenna con 515.000 arrivi (+6,8%) e con 2.374.000 presenze (+4,7%). Il raffronto è sempre fra primi 8 mesi del 2017 e primi 8 mesi del 2016. Seguono a molta distanza Faenza (39.000 arrivi e 96.000 presenze), Lugo (18.000 arrivi e 37.000 presenze), Brisighella e Riolo Terme.

Per quanto riguarda la provincia, dunque, la parte del leone la fanno Cervia e Ravenna. La performance di Cervia è migliore di quella di Ravenna, comunque buona. Molto buone anche le performance delle altre località, che pur partendo da numeri nettamenti inferiori fanno registrare anche crescite a due cifre (in particolare Riolo, Brisighella e Bagnacavallo). 

 

Per quanto riguarda il Comune di Ravenna abbiamo la città che ha fatto registrare nel periodo gennaio agosto 175.000 arrivi (+5,4%) e 345.000 presenze (+6,0) mentre i lidi ravennati hanno fatto registrare 339.000 arrivi (+7,6%) e 2.029.000 presenze (+4,5%).

 

 

Commenti

Perché non vedi il tuo commento? Leggi le policy.
  • I dati sono confortevoli, fermo restando che sicuramente non comprendono in toto le presenze riguardanti il turismo itinerante. A Lugo possono essere incrementate migliorando il sistema accoglienza che deve essere meglio organizzata.

    02/10/2017 - Maurizio Tasselli



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.