Popoli Pop Cult Festival di Bagnara di Romagna: la gastronomia protagonista dell'ultima serata

Domenica 2 Luglio 2017 - Bagnara di Romagna

La IX edizione del Popoli Pop Cult Festival di Bagnara di Romagna si appresta alla conclusione. L'ultima serata, oggi, domenica 2 luglio, è dedicata ai vincitori dell'estemporanea d'arte e alla gastronomia con la partecipazione di Simone Finetti, ex concorrente Masterchef. 

 

Il Popoli Pop Cult Festival di Bagnara di Romagna ha come tema 2017 "Terre di Zar". Il denso programma di spettacoli è arricchito da due premiazioni, quella relativa all'Estemporanea d'Arte che ha accompagnato il Festival nelle sue serate e all'elezione del piatto più buono nell'ambito del "Concorso Gastronomico per Popoli 2017". In giuria, a giudicare il piatto re del Festival ci sarà Simone Finetti, argentano e noto per essere stato uno dei protagonisti della quarta edizione di Masterchef. I vincitori di entrambe le iniziative saliranno sul palcoscenico di Piazza Marconi alle ore 21 per la premiazione che anticiperà l'apertura degli spettacoli.

 

L’ultima giornata del Festival sarà dedicata ai ritmi cubani, con musiche e danze, con il gruppo “Esquina Caliente”, che si esibirà in Piazza Marconi. Negli spazi della Rocca Sforzesca torneranno le musiche slave di “Ensemble Troika” con lo spettacolo “Dal Danubio al Volga”, mentre nell’ex Lavatoio sarà protagonista il musicista KorySumac, interprete di musiche originarie degli Indiani d’America. L’ultima serata del Festival sarà anche l’ultima nella quale si potranno ammirare i Buskers e le esibizioni presso gli stand. La Sala Consiliare ospita l’esposizione principale del Festival dal titolo “La bellezza rivelata: il mondo delle icone”, un’esclusiva raccolta di icone di modello russo realizzate da artisti contemporanei e curata dall’iconografo e artista bolognese Giancarlo Pellegrini. Nella stessa location trova spazio la mostra “Natura estrema”(docuvideo di The Breath of the Tundra di Mikhail Gorobchuck e gli scatti di Monica Liverani dedicati al Kazakistan) dedicata alla natura selvaggia dele grandi terre degli Zar.

In Sala San’Apollinare, saranno allestite le esposizioni “Ricami in Vetro”di Kina Bogdanova, in cui decorazioni balcaniche vengono rese attraverso la tecnica del mosaico e Paesaggi russi, dipinti di Galina Lobanova mentre al Torrioncello saranno inaugurate “E la chiamavamo Russia…” mostra fotografica e d’arte di Roberto Dovesi e Andrea Scaranaro, ispirata ad alcune città simbolo dell’ex Unione Sovietica e “Scatti di umanità”, immagini di vita dal Nepal, realizzate da Alice BandiniGli studenti delle terza elementare e della prima media di Bagnara avranno a disposizione gli spazi del Loggiato del Palazzo Comunale dove saranno esposti i lavori dedicati alla cultura russa, fra cui fiabe ed icone. Al Villaggio Brasile, verrà allestita la mostra fotografica di Carlo KakaTiocarlao, Volti e colori del Brasile. I più piccoli potranno partecipare, alle 18,30, al laboratorio dal titolo“La Baba-Jaga ed altre storie dalla Russia”.

 

Per informazioni: www.popolipopcultfestival.com

 



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.