Popoli Pop Cult Festival di Bagnara: per la serata clou, spettacolo esclusivo con l'Ensemble Troïka

Sabato 1 Luglio 2017 - Bagnara di Romagna

Sabato 1 luglio a partire dalle 21

Il programma degli spettacoli e degli eventi legati al tema conduttore della nuova edizione del Popoli Pop Cult Festival di Bagnara di Romagna, "Terre di Zar”, offre per la terza serata, sabato 1 luglio, un appuntamento esclusivo. Il grande spettacolo del sabato vedrà infatti impegnati sul palcoscenico di Piazza Marconi a partire dalle 21, “Ensemble Troïka”, considerato in Francia uno degli ensemble più prestigiosi per la danza, il canto e la musica slava.

 

La musica popolare ed i canti tradizionali russi saranno accompagnati da nove danzatori provenienti da diversi paesi dell'Est, pronti ad accompagnare il pubblico in un meraviglioso viaggio  in Russia e Georgia attraverso la Moldavia, l'Ucraina e la musica yiddish e  tutta la civiltà slava. Il Flamenco sarà protagonista della Rocca Sforzesca. Fra le mura della fortificazione si esibirà “Tablao de Flamenco”, gruppo dedicato allo stile musicale e di danza tipico dell'Andalusia. Lo spazio dell’Ex Lavatoio sarà occupato invece dai musicisti del progetto “Ajde Zora”. Il gruppo ri-arrangia musiche tradizionali serbe. Lungo le vie del Borgo, come sempre, ci saranno i Buskers ed esibizioni presso gli stand.

 

Continua l'attività espositiva tesa a  valorizzare in particolare gli aspetti più caratteristici delle immense terre che si estendono dall’Europa all’estremo oriente in linea con il tema guida dell’edizione “Terre di Zar”. La Sala Consigliare ospita l’esposizione principale del Festival dal titolo “La bellezza rivelata: il mondo delle icone”, un’esclusiva raccolta di icone di modello russo realizzate da artisti contemporanei e curata dall’iconografo e artista bolognese Giancarlo Pellegrini. Nella stessa location trova spazio la mostra “Natura estrema”(docuvideo di The Breath of the Tundra di Mikhail Gorobchuck e gli scatti di Monica Liverani dedicati al Kazakistan) dedicata alla natura selvaggia dele grandi terre degli Zar. In Sala San’Apollinare, saranno allestite le esposizioni “Ricami in Vetro” di Kina Bogdanova,  in cui decorazioni balcaniche vengono rese attraverso la tecnica del mosaico e Paesaggi russi, dipinti di Galina Lobanova mentre al Torrioncello saranno inaugurate “E la chiamavamo Russia…” mostra fotografica e d’arte di Roberto Dovesi e Andrea Scaranaro, ispirata ad alcune città simbolo dell’ex Unione Sovietica e “Scatti di umanità”,  immagini di vita dal Nepal, realizzate da Alice BandiniGli studenti delle terza elementare e della prima media di Bagnara avranno a disposizione gli spazi del Loggiato del Palazzo Comunale dove saranno esposti i lavori dedicati alla cultura russa, fra cui fiabe ed icone. Al Villaggio Brasile, verrà allestita la mostra fotografica di Carlo KakaTiocarlao, Volti e colori del Brasile.

 


L'ultima serata del Festival, domenica 2 luglio, sarà dedicata ai ritmi cubani, con musiche e danze, con il gruppo “Esquina Caliente”, al ritorno di “Ensemble Troika” e alle musiche degli indiani d'America di KorySumac.
Per informazioni: www.popolipopcultfestival.com

 



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.