LA POSTA DEI LETTORI / Riorganizzazione della tratta Faenza-Lugo-Lavezzola, maggiori costi e disagi

Venerdì 31 Marzo 2017 - Cotignola, Lugo

Quali sono i vantaggi del nuovo sistema di esercizio della tratta ferroviaria Faenza-Lugo-Lavezzola per gli utenti occasionali? Sono un viaggiatore occasionale, quindi non in possesso di abbonamento. Quando viaggiavo tra Bologna e Cotignola, utilizzando il treno fino a Lugo e da qui l'autobus sostitutivo Trenitalia, pagavo in totale 6 euro. Da quando il servizio è stato riorganizzato e gli autobus sono stati affidati alle aziende di TPL, devo pagare 5,40 euro di biglietto ferroviario fino a Lugo, e da qui il biglietto dell'autobus fino a Cotignola, di 2,10 euro. Pago quindi 1,50 euro in più, 3 euro per andata e ritorno.


Una seria integrazione tariffaria dovrebbe prevedere l'utilizzo del biglietto ferroviario anche sugli autobus del TPL, come avveniva in passato con gli autobus sostitutivi.

Oltre all'aumento delle tariffe, segnalo che precedentemente in caso di leggero ritardo di uno dei treni coindicenti a Faenza o a Lugo, in particolare per gli ultimi della giornata, gli autobus attendevano l'arrivo del treno in modo da garantire l'arrivo a destinazione. Ora, gli autobus partono al loro orario previsto, quindi non si ha nessuna garanzia di giungere a destinazione.

In ultimo, se al mattino parto col treno e raggiungo in bicicletta la stazione, la sera arrivo in una fermata ubicata a non meno di 500 m di distanza.

Ancora non riesco a capire che vantaggi hanno gli utenti in seguito a questa riorganizzazione, sia abbonati che occasionali.

Attendo delucidazioni.

Fabio



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.